Xbox Series X e Series S: è finita la guerra fredda

Dopo mesi di silenzio, critiche e rumours, Microsoft ci ha dato finalmente tutte le informazioni che aspettavamo da diversi mesi. Xbox Series X costerà 499€ ed uscirà il 10 novembre 2020 in tutto il mondo, con un preordine effettuabile a partire dal 22 settembre. A rendere le cose estremamente interessanti, però, è la Xbox Series S, la sua versione ridotta.

Craig the Brute, ormai diventato un meme virale, non è stata la migliore delle presentazioni per Microsoft.

La forma ridotta della nuova console di Microsoft ha sconvolto non poco i piani di mercato, principalmente per il prezzo: 299€ sono un prezzo a dir poco allettante per chiunque, figuriamoci per una piattaforma del genere (Nintendo Switch, ad esempio, costa tutt’oggi quella cifra). Con la potenza di Xbox One X ed il formato esclusivamente digitale, questo piccolo gioiellino grosso un terzo della versione madre ha fatto discutere di sé e non poco. A seguire le sue caratteristiche:

  • dimensioni ridotte del 60% rispetto ad Xbox Series X;
  • SSD NVME Custom, supportato dall’Xbox Velocity Architecture (ottimizzazione estrema dei tempi di caricamento);
  • esclusivamente digitale;
  • frame rate fino a 120 fps con risoluzione pari a 1440p;
  • DirectX Ray Tracing;
  • Variable Rate Shading;
  • Variable Refresh Rate;
  • bassissima latenza;
  • upscaling 4K;
  • possibilità di riprodurre contenuti multimediali in 4K.

Xbox Series X, invece, costerà 499€ e avrà, ovviamente, caratteristiche migliori ed il vano disco. Nello specifico:

  • CPU: 8 core Zen 2, 3,8 GHz (3,6 GHz con SMT)
  • GPU: 12 TFLOPS, 52 CU a 1825 MHz, architettura RDNA 2 personalizzata
  • DIE: 360,45 mm2
  • Processo produttivo: 7nm enhanced di TSMC
  • Memoria: 16 GB GDDR6
  • Larghezza di banda della memoria: 10 GB a 560GB/s, 6 GB a 336 GB/s
  • Throughput I/O: 2,4 GB/s (raw), 4,8 GB/s (compresso)
  • Memoria interna: SSD NVMe personalizzato da 1 TB
  • Memoria espandibile: schede d’espansione da 1 TB
  • Spazio d’archiviazione esterno: supporto ad HDD USB 3,2
  • Lettore ottico: Blu-Ray 4K UHD
  • Obiettivo prestazionale: 4K a 60 FPS (fino a 120FPS).

I 60FPS a 4K, a patto che il televisore sia compatibile, dovrebbero essere garantiti. L’obiettivo da raggiungere, invece, sono i 120FPS, che potrebbero essere raggiungibili solo con i giochi più leggeri. La retrocompatibilità non è stata ancora ufficializzata ma ogni notizia ed ogni dichiarazione la danno per scontata, tanto che in una nota ufficiale viene reso noto che sarà possibile “divertirsi con migliaia e migliaia di giochi di quattro generazioni di Xbox”. Dall’imprevedibile ritorno di Fable ai più classici Forza Horizon 8 e Halo Infinite, Microsoft garantirà un parco giochi niente male, in grado di intrecciare la novità con il passato più radicato.

Xbox Series S con il relativo controller, pronti ad entrare in azione a partire dal 10 novembre.

Come anche per Xbox One, sarà disponibile il Game Pass (ed il Game Pass Ultimate) che garantisce sconti ed offerte a non finire. Ad aggiungere carne sul fuoco, però è una notizia delle ultimissime ore: EA Play, il servizio streaming di Electronic Arts, sarà disponibile senza costi aggiuntivi per chi comprerà proprio il Game Pass. Tra i giochi presenti, oltre ai vari FIFA, Battlefield, Dragon Age e Mass Effect, da sempre cavallo di battaglia della casa videoludica in questione, troviamo anche i due Unravel, Burnout Paradise Remastered, la trilogia di Dead Space, la trilogia di Crysis, i due Mirror’s Edge, i due Titanfall e tanti altri giochi. Parlando seriamente, i grandi giochi in questo elenco sono pochi ma ce ne sono davvero tanti che beh, se sono lì, li si gioca volentieri. Ritornando a Xbox Series S, è garantito il servizio Xbox All Access: pagando 35$ al mese (25$ per la versione digitale) per 24 mesi, si potrà comprare la nuova console a rate con Xbox Game Pass Ultimate incluso. Purtroppo per noi, però, questo sistema non è ancora disponibile in Italia.

Prendete una console potentissima e nuova di zecca, aggiungeteci l’enorme catalogo di Xbox Game Pass Ultimate e concludete con l’EA Play gratuito, il tutto a comode rate da circa 30$ al mese per 24 mesi. Benvenuti nel nuovo di mondo di Xbox.

Personalmente, trovo che sia stata una mossa molto intelligente da tutti i punti di vista. Ora manca solamente una cosa: delle esclusive degne del loro nome.

Voi cosa ne pensate? Microsoft vi ha convinto? Pensate che Sony avrà ancora la meglio sul colosso americano? Fatecelo sapere nei commenti, non prima di aver letto anche questo articolo che scrissi tempo fa su questa guerra silenziosa tra Xbox e Playstation.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Enter Captcha Here : *

Reload Image